Perché è importante il Public Speaking

Capita a tutti almeno una volta nella vita di trovarsi nella condizione di dover parlare in pubblico. Che si tratti di difendere la propria tesi di laurea o di fare un discorso per un amico in procinto di sposarsi, parlare in pubblico può essere motivo di forte imbarazzo per alcuni.

Molto più semplicemente, anche partecipare a un colloquio di lavoro in cui sono coinvolti più recruiter può essere considerato a tutti gli effetti come un discorso verso un pubblico ampio.

Naturalmente, provare imbarazzo e sentirsi in soggezione nel parlare in pubblico può rivelarsi controproducente, in quanto – anche se si è padroni di un determinato argomento – si possono commettere gaffe. Inoltre, la tensione causata dalla necessità di parlare in pubblico può rendere il discorso difficile da seguire o noioso per chi ascolta, a causa di un tono della voce cadente, nervoso e monotono.

Proprio in virtù dell’importanza del parlare in pubblico, sono state elaborate diverse strategie per imparare l’arte del Public Speaking, in modo da dominare le proprie ansie e apprendere come parlare in maniera fluente a un pubblico vasto. Ecco, dunque, cosa c’è da sapere sul Public Speaking.

Public Speaking: i punti principali

Il Public Speaking può essere considerata come una vera e propria arte, che va studiata e appresa per essere applicata al meglio. Per parlare efficacemente in pubblico è necessario non solo catturare l’attenzione dell’ascoltatore, ma anche mantenerla durante tutta l’esposizione.

Per poter fare ciò, è necessario prestare attenzione a diversi elementi:
• La voce. Il tono di voce deve essere ben impostato e non flebile quando si parla in pubblico. Deve rassicurare chi ascolta, e convincerlo che l’oratore padroneggia l’argomento.
• La gestualità. Nell’esporre un argomento, la gestualità può essere utile per porre l’attenzione su alcuni punti e per incuriosire l’ascoltatore, ma va dosata in maniera opportuna.
• La struttura del discorso. Il proprio discorso deve senz’altro avere un filo logico semplice da seguire, e deve anche fornire informazioni utili e produttive per chi ascolta.

Chiaramente, questi punti sono del tutto riassuntivi, e per ognuno esistono pratiche ed esercizi che offrono un ampio margine di miglioramento. A tal proposito, esperti di Public Speaking come Massimiliano Cavallo possono offrire spunti interessanti per apprendere questa arte.

Public Speaking, gli esercizi da fare

Come già accennato, per imparare a parlare in pubblico in maniera sicura e convincente, serve sicuramente molto impegno, ma è anche possibile ricorrere a degli esercizi utili non solo per impostare la voce e scandire meglio le parole, ma anche a comprendere se il proprio discorso è comprensivo e se offre tutti gli elementi necessari.

Per quanto riguarda gli esercizi relativi all’emissione della voce, si tratta in alcuni casi di esercizi per le corde vocali, che aiutano a impostare e usare adeguatamente la voce. In questo contesto, anche la respirazione è importante.

Altri esercizi riguardano invece il coinvolgimento del pubblico. È importante far sentire tutti coinvolti, e per fare ciò è opportuno guardare tutti negli occhi almeno una volta. Se ciò non è possibile perché ci sono troppe persone, esistono strategie per coinvolgere interi gruppi di persone guardandone solo una.

In definitiva, per poter parlare in pubblico in maniera efficace e convincente non si può non fare affidamento sulle tecniche di Public Speaking.