Oggi giorno, nell’industria della plastica, è necessario che i processi produttivi siano capaci di aggiornarsi e di rimanere al passo con una domanda che è in continuo aumento per questo settore. A questo scopo, infatti, aziende ed industrie hanno innovato le loro tecnologie in sistemi più resilienti e performanti ed efficaci. Questo ha permesso di migliorare in maniera considerevole la qualità del prodotto finito mantenendo inalterati costi e velocità ed efficienza produttiva.

A tal proposito, lo stampaggio delle materie plastiche è uno di quei settori che negli ultimi anni ha subito un aumento di interesse maggiore. Questo, in realtà, è da imputarsi non soltanto l’aumento la domanda, ma anche alla necessità di migliorare e di aumentare la percentuale di prodotto che viene riciclata. Come vedremo a breve, questo settore è sicuramente quello che permette di raggiungere con più facilità questi obiettivi.

Che cos’è lo stampaggio delle materie plastiche?

Lo stampaggio delle materie plastiche è quell’insieme di procedure che permette l’ottenimento di un prodotto finito attraverso estrusione della plastica. Questo processo ebbe origine negli anni 50 quando si cominciarono ad effettuare i primi esperimenti sulla produzione in serie di manufatti realizzate con questo nuovo materiale. All’epoca non si conosceva alla perfezione quali fossero le reazioni delle componenti alle temperature elevate e quindi non si ebbe modo di sviluppare un sistema produttivo performante di efficace.

Oggi giorno, visto lo sviluppo di tecnologie e di conoscenze sempre più approfondite nel settore, è stato possibile mettere a punto dei sistemi incredibilmente efficaci nella produzione di prodotti realizzati con questo materiale. In generale lo stampaggio della plastica ha inizio da quello che viene chiamato pellet: questo materiale è semplicemente plastica in piccoli granelli che, una volta riscaldata, diventa una sostanza semi solida. In base al processo di stampaggio scelto sarà possibile ogni volta ottenere un risultato diverso. Le tecnologie disponibili in questo settore sono innumerevoli e ci consentono di poter realizzare molti prodotti con un grado di precisione elevatissimo.

Quali sono le principali tecnologie disponili per il stampaggio delle materie plastiche?

I sistemi di stampaggio per le materie plastiche sono innumerevoli e differiscono ciascuno non soltanto in base alla tipologia di materiale impiegato, ma anche, soprattutto, al risultato che si desidera ottenere. Tra sistemi più utilizzati ricordiamo sicuramente sistema di stampaggio ad iniezione e sistema di stampaggio ad iniezione con reazione. I sistemi più complessi, invece, ricordano quella compressione e quello a termoformatura.

Se lo stampaggio realizzato ad iniezione, e quello con reazione sono i più semplici e più economici da mettere in campo, la termoformatura è sicuramente più complessa. Il processo produttivo comunque in ogni caso origine, come abbiamo già detto, dall’utilizzo di piccoli pellet di plastica concentrata. In questo caso, inoltre, negli ultimi anni si è sviluppato un sistema di riciclo della plastica che permette di ridurre a sua volta in Pellet la plastica selezionata con la raccolta differenziata: in questo modo diventa possibile reinserire all’interno dei processi produttivi plastica già utilizzata. Il potenziale di questa tecnologia è sicuramente elevatissimo, soprattutto nell’ottica di riuscire ad ottenere una maggiore percentuale di riciclo di questa risorsa. Ecco lo stampaggio delle materie plastiche spiegato qui https://www.stamplastitalia.com/stampaggio-materiali-plastici/ è sicuramente uno dei metodi più diffusi e perfomanti.

Quali sono i vantaggi dello stampaggio delle materie plastiche?

Come abbiamo visto, lo stampaggio delle materie plastiche è una tecnologia molto interessante che permette all’azienda di ottenere innumerevoli vantaggi. Primo fra tutti è sicuramente quello della velocità produttiva: lo stampaggio infatti una tecnica che non richiede tempi eccessivamente elevati e dunque, permette di inserirsi con efficacia all’interno di qualsiasi linea produttiva. Di queste tecnologie se è sicuramente l’estrema economicità dell’esercizio: grazie ai fatto la temperatura non troppo elevato di riscaldamento e alla semplicità dei macchinari utilizzati è possibile ottenere incredibili risultati con costi di gestione e relativamente contenuti. Infine, degno di nota è sicuramente la possibilità di contribuire a migliorare il recupero e riciclo del materiale plastico in modo da ridurre l’impatto ambientale di questo materiale.